Attiva in Regione la Commissione SITTING VOLLEY

mercoledì 08 gennaio 2020 - IN EVIDENZA
presieduta da Davide De Meo e si occuperà della promozione e della divulgazione di questa disciplina nella nostra Regione
L'anno nuovo si apre con una novità fondamentale all'interno del Comitato Regionale Fipav Veneto. E' stata infatti ufficialmente costituita la Commissione Regionale Sitting Volley che vuole diventare un punto di riferimento per tutti gli atleti o società che vogliano praticare questa disciplina.
La Commissione, presieduta dal Consigliere Regionale Davide De Meo, è formata anche da Marco Mestriner, Silvia Biasi e Nadia Bala.
"C'era la necessità di avere, anche a livello regionale, una struttura che si occupasse della promozione e della divulgazione di questa attività - dice De Meo -, il sitting è una disciplina che può coinvolgere tutti, non solo chi porta con sè delle disabilità, anche se nasce in quell'ambito. Il nostro primo obiettivo è quello di organizzare un campionato regionale di questa disciplina, magari con il coinvolgimento del Trentino e del Friuli Venezia Giulia. Una sorta di campionato triveneto. La nostra attività ha coinvolto fin dall'inizio anche il Cip, Comitato Italiano Paralimpico del Veneto e il suo presidente Ruggero Vilnai ".

Questa la "carta d'identità" del Sitting Volley.
  • Disciplina paralimpica nata in Olanda nel 1956 come strumento di riabilitazione soprattutto per i reduci della seconda guerra mondiale
  • Arriva in Italia nei primi anni 2000 e diventa parte della Federazione Italiana Pallavolo il 15 maggio 2013 con accorto tra FIPAV e CIP
  • E’ rivolto a persone con disabilità motorie che possono essere conseguenze dovute a traumi o a malattie invalidanti (è sempre necessario l’equilibrio stabile dalla posizione seduta e l’interazione con la palla in sicurezza)
  • Il campo di gioco è simile a quello della pallavolo indoor ma con dimensioni ridotte: totale 10 x 6 m. La rete si trova posizionata a 1.15 m per gli uomini, 1.05 m per le donne.
  • In campo si gioca seduti a terra senza ausili tecnici (carrozzine o altro) e per questo la disciplina permette la perfetta inclusione di giocatori con disabilità con giocatori normodotati
  • Le regole sono le stesse della pallavolo ma con alcuni adattamenti specifici
    • Possibilità di murare la battuta
    • Invasione a rete solo sulla parte superiore (nastro bianco)
    • Palla contesa a rete tra due avversari per più di 3-4 sec: l’azione viene ripetuta
    • Posizione in campo (nelle rotazioni o di tocco sulle linee) data dalle natiche che devono stare a terra nel momento del tocco con la palla (in caso di interventi fuori figura deve toccare a terra una parte del busto)
  • In Italia esistono due Nazionali, maschile e femminile, che partecipano alle competizione internazionali formata da atleti con disabilità
  • In Italia esiste un campionato nazionale federale  maschile e femminile, che ad oggi permette di giocare avendo in campo quattro giocatori normodotati e due persone con disabilità (VS1 + VS1) o una persona con disabilità e una con minima disabilità (VS1 + VS2)
  • Il sito di riferimento federale è: https://www.overtheblock.it/sitting-volley 
Da oggi si potrà contattare anche la segreteria di Fipav Veneto e il responsabile della Commissione, Davide De Meo, alla mail: demeo@fipavveneto.net

« Torna all'archivio
FIPAV - Comitato Territoriale di Vicenza
Viale Trento, 288 - 36100 Vicenza  - Tel. 0444 291868 - info@fipavvicenza.it - Privacy & Cookie