l'Italia batte la Polonia e vola agli Europei

domenica 07 gennaio 2018 - Torneo qualificazione Europei 2018
Di fronte ai 1500 spettatori del PalaBassano2, l'Italia Under 17 batte 3-1 la Polonia e stacca il pass per gli Europei che si giocheranno in Bulgaria il prossimo mese di aprile
Italia - Polonia 3-1 (25-13, 23-25, 25-14, 25-10)

Italia: Bolzonetti 19, Bulovic, Cagnin 11, Consoli 11, Cortella , Frosini, Graziani, Magazza (L), Monza 8 (K), Nwakalor 7, Omoruyi 20, Pelloia. All. Fanni
Polonia: Kuligowska 11, Druzkowska 12, Piasecka 7 (K) , Borowczak (L), Lazowska 1, Korth , Poreda 3, Stefanik 4, Czyrnianska , Justka (L), Stambrowska , Hyzy 3 . All. Pec

Arbitri: Tanti (MAL) e Dotan (ISR). Note. Durata set: 22', 27', 23', 21'. Tot. 1h e 33'. Italia: battute errate 11,vincenti 13, muri 12, errori 16. Polonia: battute errate 9, vincenti 5, muri 6, errori 22. Spettatori: 1500 circa

E' fatta! Davanti a un PalaBassano 2 gremito in ogni ordine di posto (e oltre), l'Italia stacca il pass per gli Europei under 17 che si giocheranno il prossimo aprile in Bulgaria. Una partita più complicata del previsto per le azzurrine che dopo aver facilmente vinto il primo set hanno dovuto subire il ritorno delle polacche, capaci di migliorare sensibilmente la propria efficienza in battuta e mettere così in difficoltà il sistema di gioco dell'Italia.
Fondamentale la reazione a inizio di terzo set dopo che le polacche si erano imposte al fotofinish nel secondo parziale. Fondamentale perchè tutte le responsabilità erano sulle spalle delle azzurre, favorite della vigilia e chiamate a un solo obiettivo: la vittoria. Una reazione di rabbia, veemente che ha immediatamente riposizionato i valori in campo.
La squadra di Fanni, davanti - tra gli altri - al presidente Fipav Bruno Cattaneo e al sindaco di Bassano del Grappa Riccardo Poletto, ha imposto la legge del più forte in battuta e in attacco, i fondamentali in cui l'Italia ha costruito la propria vittoria, trascinata da Omoruyi, capace di chiudere con 20 punti e il 56 per cento in attacco, e da una splendida Bolzonetti (19 punti e il 73 per cento in attacco). La Polonia si è affidata alla verve in attacco di Druzkowka ma non è bastato. Anche per la grande prova del muro azzurro (12 a 6 alla fine) che ha messo la museruola alle principali bocche da fuoco polacche.
Un pubblico straordinario (più di 1500 persone, con molti spettatori che hanno dovuto assistere in piedi al match), che ha risposto oltre ogni aspettativa alla chiamata del volley a conferma delle capacità organizzative e della grande cultura pallavolistica del movimento del volley veneto. Un pubblico che è impazzito di gioia quando è caduto per terra l'ultimo pallone della gara che ha regalato la qualificazione all'Italia.
"Una giornata indimenticabile - ha detto alla fine il presidente Fipav Bruno Cattaneo -, devo dire grazie a tantissime persone, al Comitato Regionale Veneto al Comitato Territoriale di Vicenza e a tutte le società che hanno contribuito a questo straordinario spettacolo. Bassano ha accolto la nazionale in maniera impeccabile. Complimenti a tutti. Questo sarà un gruppo che ci darà grandi soddisfazioni".

« Torna all'archivio
FIPAV - Comitato Territoriale di Vicenza
Viale Trento, 288 - 36100 Vicenza  - Tel. 0444 291868 - info@fipavvicenza.it